Crea sito

LA BELLEZZA DELLA CURA – Sperimentazione poetica come forma di cura e sostegno che si integra con le pratiche della medicina clinica

Il primo dicembre 2020 si è aperto ufficialmente un nuovo progetto di collaborazione di livello nazionale, e nato in Puglia, un sito che è un intreccio fra poesia, suoni e cultura per dare sostegno al mondo della cura, che si chiama La Bellezza della Cura (un’idea che nasce promossa da POESIA IN AZIONE, collettivo di artisti nato ben 15 anni fa e dall’associazione barese Leggo Quando Voglio). Fra le partnership strette di recente quella con l’associazione di Monza Mille Gru, gruppo di ricerca che ha al centro la poesia contemporanea e le sue mille forme espressive; l’associazione Musica in Gioco che sperimenta la didattica reticolare della musica, diretta dal pianista Andrea Gargiulo; il teatro Rigodon diretto da Alessandro Cavoli con sede operativa a Rocca Sinibalda (Rieti); Casa de la Poèsie “El Cactus” di Ostuni (BR); Associazione
Umbria in voce, di Gubbio (PG); Fractal Design studio. Il sito propone una playlist al giorno di ascolto di suoni e parola, con la possibilità di inserire il proprio commento sulle sensazioni che tale ascolto ha suscitato. Tanti gli artisti che già collaborano col progetto oltre al collettivo di Poesia in azione, come per esempio la toscana Susanna Crociani e i suoi sassofoni; la cantante umbra Claudia Fofi; il musicista campano e naturalizzato rietino Stefano Barone. La veste grafica del sito è di Miriam D’Ignazio, architetto
abruzzese, e il webmaster è Luca Guerrini, piemontese. Oggi come tristemente ben sappiamo, il lavoro dei professionisti della Cura è spinto oltre il limite, si tratta di un lavoro immane, straordinario e faticosissimo. Peraltro i pazienti tutti, di qualunque reparto, sono gioco forza privati del conforto delle visite parentali e di quella parola in più che i medici e gli operatori sanitari in questo momento non sempre possono dispensare, coinvolti come sono nell’emergenza. Più che mai proprio oggi rischia di mancare l’ispirazione quotidiana.
Il nostro progetto intende creare un respiro, un varco di ispirazione quotidiana, l’infiltrazione
di una parola che va oltre
.” Sottolinea l’ideatrice del progetto, la barese Silvana Kühtz “il sito consente un piccolo ascolto quotidiano di tracce costruite appositamente e scelte sapientemente, di suoni e parola, dai 5 agli 8 minuti al giorno secondo una posologia che può seguire la somministrazione quotidiana dei farmaci, o che si può erogare nei momenti di calma del reparto. Non si intende intralciare il lavoro in corsia, né ingolfare il sistema, né sottoporre tutti a un esagerato carico uditivo.”
In effetti peraltro l’ascolto non impedisce di continuare a lavorare, ed è di facile accesso attraverso il sito di riferimento, www.labellezzadellacura.it. “Ci vuole una carezza, quella è quanto possiamo dispensare con le parole, e vale tanto per i residenti/degenti che per gli operatori sanitari” dice Adele Nacci, operatrice socioculturale nella residenza per anziani della Fondazione Donatella Mauri a Losanna, in Svizzera, dove il metodo la bellezza della cura è sperimentato già da ottobre 2019.
Si tratta di fungere da miccia che riaccende una visione di quanto è possibile, peraltro il lavoro dei professionisti della Cultura quanto mai necessario, è in questo momento sottoutilizzato e sottostimato. Questo progetto si propone di fare della bellezza di cui gli artisti sono messaggeri un vessillo di cura, senza essere volontariato. È un dono, ed è lavoro.

Le sedi in cui si è sperimentato questo metodo, oltre alla citata residenza per anziani in Svizzera, la Cardiologia dell’ospedale di Colle Val D’elsa AR; Il centro diurno di Cellino San Marco, BR; il centro per i disturbi dell’alimentazione Laboratori DSM-ASL Lecce; La comunità TESEO di Conversano BA. “Cerchiamo sedi di sperimentazione, medici/operatori che con i loro dispositivi elettronici e una piccola cassa vogliano diffondere le tracce che abbiamo realizzato e continuiamo a produrre in questi giorni, cerchiamo idee, proposte, possibilità di utilizzo e sostegno al nostro progetto, fondi da enti, aziende, privati.”, dice Silvana Kühtz.

info@labellezzadellacura.it
tel. 320 4223217
info@poesiainazione.it
www.poesiainazione.it, www.labellezzadellacura.it